Che giornata un pò così oggi. Grigia, fredda, con la malinconia che entra dentro e non se ne va più.

Quell’altro è sempre fuori e non lo vedo mai e poi tanto quando lo vedo mi fa arrabbiare. Pier l’ho sentito ora, meno male che c’è il telefono se no stavo fresca con le poche volte che viene giù da Milano.

Claudio l’ho visto solo di sfuggita stasera, è arrivato dal lavoro ed è salito subito in casa sua, magari aveva qualche pensiero, glielo chiederò domani…

e poi non sto neanche bene, mi faccio una camomilla e mi infilo a letto, tanto in tv non c’è nulla e mi concilia il sonno.

Però anche se la vita mi ha giocato brutti scherzi, sono fortunata, ho due figlioli sani e bravi, e poi ho le mie bestie che mi vogliono bene, quelle che ci sono e quelle che non ci sono più, il Mao se n’è andato proprio ieri l’altro, però almeno è morto sereno, me l’ha detto anche Claudio -hai visto mamma, è morto senza soffrire, meno male no?-.

Però se penso a Gastone, il mì Gastone, mi viene da piangere ancora…

certo che ora mi sento proprio male, vediamo se andando al bagno mi passa un pò, mi viene da vomitare…oddio cos’è? no Dio no, non mi far morire ora eh! ho ancora da badare ai mì figlioli e alle mì bestie, io! e anche a quello stronzo del mì marito, che gli voglio bene anche a lui, oddio che male ti prego non farmi morire, ho da vedere ancora tanti giorni e tante stagioni…

Meno male sto un pò meglio, credevo proprio di morire stavolta, grazie Dio,

domattina glielo racconto a Claudio mentre prendiamo il caffè.

E poi se morivo chi glielo diceva alle mì sorelle? Meno male che è passata.

Buonanotte Iliana.